Fire supera quota € 1,2 miliardi di crediti gestiti per AMCO, che la sceglie nuovamente per il servicing di sofferenze e unlikely to pay.

Milano, 1 febbraio 2021“Siamo orgogliosi di aver siglato con AMCO un accordo di servicing per crediti classificati come sofferenze e unlikely to pay. Si tratta di un portafoglio misto, acquisito da AMCO a valle dell’operazione conclusa con Monte dei Paschi di Siena, costituito da crediti con esposizione fino a € 500 mila, riferiti sia a privati che imprese, per l’80%, coperti da garanzia immobiliare.” – ha annunciato Daniele Ciglioni, Chief Commercial Officer del Gruppo Fire, che prosegue – “Essere stati selezionati, al termine di una procedura competitiva con requisiti estremamente stringenti, conferma la validità ed il valore differenziante del nostro approccio industrializzato al credit management, la valenza della copertura capillare di tutto il territorio italiano e la capacità di gestione di crediti sia garantiti che non, basi sulle quali continueremo a costruire la crescita e lo sviluppo del Gruppo”.  

L’accordo rafforza la partnership di lungo corso fra il Gruppo Fire e AMCO, già avviata nel 2018, con track record positivo, e che oggi supera quota 1,2 miliardi di euro in gestione. Attraverso questa ulteriore aggiudicazione, il Gruppo conferma il proprio posizionamento tra i top player nella gestione di portafogli di grandi dimensioni garantiti e non.

“Abbiamo compiuto un’altra tappa verso gli obiettivi del piano industriale 2020-2023: rinnovare ed ampliare la partnership con AMCO per la gestione del servicing non solo è fondamentale per il nostro futuro ma è anche l’attestazione più tangibile della qualità del lavoro svolto in questi anni” – ha commentato Claudio Manetti, AD di Fire Spa, principale controllata del Gruppo Fire. “Continuare a supportare uno dei player più rilevanti per l’evoluzione del panorama italiano degli NPE, con un ruolo fondamentale nel deleveraging delle banche, è assai significativo sia per l’opportunità di generare ricavi a lungo termine, sia per la possibilità di mettere la nostra esperienza e la nostra capacità a disposizione del sistema: è l’unica via che conosciamo per preservare e creare valore per tutti i soggetti coinvolti, attraverso una gestione del credito sostenibile”.

Leggi qui il comunicato stampa.

Potrebbero interessarti
Menu